Conformità attrezzature CE

Forniamo supporto, verifiche di conformità e manuali per marcatura CE

La marcatura CE si può apporre su macchine, attrezzature, prodotti quando vengano rispettate le direttive europee a loro applicabili (per una macchina la Direttiva Macchine 98/37/CE, per un prodotto fondamentalmente elettrico la direttiva Bassa tensione 2006/95/CE e la Direttiva Compatibilità elettromagnetica 2004/108/CE, ecc… vedasi l’elenco delle direttive che prevedono la marcatura CE per la libera circolazione dei prodotti): ossia la marcatura CE ha un vasto campo di applicazione.

Le macchine nuove devono essere marcate CE dal costruttore per poter essere immesse sul mercato, ossia il costruttore deve:

  1. costituire e tenere presso di se un fascicolo tecnico;
  2. fornire al cliente la dichiarazione di conformità CE ed il manuale d’ uso e manutenzione;
  3. applicare sulla macchina la targhetta di marcatura CE.

 Il fascicolo tecnico deve contenere:

  1. analisi dei rischi;
  2. manuale d’uso e manutenzione;
  3. verbali di prove;
  4. calcoli;
  5. disegni;
  6. schemi elettrici, idraulici, pneumatici.

Le macchine vecchie, con documento che attesti la loro presenza sul mercato prima del 21.09.96, devono essere dichiarate conformi alla normativa vigente prima del DPR 459/96 di recepimento della direttiva macchine 98/37/CE (DPR 547/55 e D. Lgs 626/94 e modifiche quali D. Lgs 359/99…), questo ai sensi dell’art. 11 del DPR 459, che impone – a chiunque venda, noleggi, ponga in uso o locazione finanziaria o metta a disposizione macchine di costruzione antecedente al 21.09.96 – la dichiarazione di rispondenza alla normativa previgente: questo significa che le macchine vecchie vanno analizzate, eventualmente rese conformi alle normative previgenti, poi dichiarate conformi tramite dichiarazione del proprietario o perizia (asseverata o no) di professionista o attestato di conformità di organismo notificato a fronte di richiesta volontaria.

Le macchine devono essere verificate periodicamente, almeno 1 volta all’anno, da parte del datore di lavoro (Art. 379 del DPR 5547/55) al fine di definirne lo stato di efficienza e manutenzione, lasciandone evidenza oggettiva con verbale scritto, disponibile per gli organi di vigilanza, inoltre talune macchine (fondamentalmente quelle di sollevamento), vanno denunciate all’Ispesl e all’Usl competenti per territorio ai fini della esecuzione della prima verifica e della verifica periodica successiva (in genere annuale): se le istituzioni non fanno tali verifiche il costruttore può volontariamente rivolgersi a organismi o enti esperti per una verifica dello stato di efficienza, comunque non sostitutiva di quella legalmente demandata agli organi istituzionali, comunque migliorativa della posizione penale dell’ interessato

Fatto questo inquadramento, STUDIO CETUS S.R.L. può proporsi come:

  • supporto per la marcatura CE di prodotti vari, per i quali la direttiva di riferimento richieda la marcatura CE;
  • esecuzione di fascicoli tecnici di macchine marcate CE;
  • esecuzione di analisi rischi di fascicoli tecnici di macchine marcate CE;
  • esecuzione di manuali d’uso e manutenzione di macchine marcate CE;
  • esecuzione registro di controllo di macchine marcate CE;
  • supporto tecnico per la marcatura CE di macchine (impostazioni verifiche di conformità, impostazioni documentazioni, impostazioni dichiarazioni di conformità, impostazioni etichette di marcatura….);
  • esecuzione di prove e verifiche attinenti la autocertificazione delle macchine da parte del costruttore (per macchine non incluse nell’ allegato IV, ossia non incluse fra quelle a maggior pericolosità) o la certificazione (per macchine ricadenti nell’ allegato IV, che implica l’intervento dell’ organismo notificato), richiamate da direttive diverse (prove di compatibilità elettromagnetica -EMC, prove fonometriche, prove di vibrazioni, prove di isolamento elettrico, prove di ribaltamento, prove ROPS, FOPS….);
  • esecuzione di verifiche di conformità di macchine usate, con definizione degli implementi necessari alla sicurezza, con emissione di dichiarazione di rispondenza al’ art. 11 del DPR 459/96;
  • esecuzione di verifiche periodiche volontarie di macchine, apparecchi di sollevamento… ai fini dell’accertamento dello stato di efficienza e manutenzione;
  • costituzione libretto delle verifiche.

Compatibilità elettromagnetica

La “compatibilità elettromagnetica” è la capacità di un apparecchio elettrico di funzionare correttamente nella ambiente elettromagnetico in cui si trova senza farsi disturbare (requisito essenziale di immunità) e nel contempo senza disturbare gli altri apparecchi presenti nello stesso ambiente (requisito essenziale di emissione).

Questi requisiti essenziali sono definiti da una Direttiva europea fin dal 1989 (89/336/CE), nel 2004 è uscita una nuova direttiva che disciplina l’argomento e dal 20 luglio 2009 sarà obbligatorio riferirsi alla direttiva 2004/108/CE per redigere le dichiarazione di conformità rispetto alla compatibilità elettromagnetica.

La nuova direttiva 2004/108/CE presenta sostanziali novità anche e soprattutto di carattere procedurale ed è stata recepita in Italia dal D.Lgs. n. 194/2007, ossia per un apparecchio elettrico rispettare i requisiti essenziali di emissioni ed immunità è un obbligo di legge.

STUDIO CETUS S.R.L. è in grado di assistervi, eseguendo tutte le valutazioni e prove del caso, in tutte le fasi di messa in conformità del Vs prodotto, in particolare dalla fase di progettazione e sviluppo evitando in tal modo il mettere a norma il prodotto a sviluppo completato per mezzo di onerose modifiche, cosa che comporta spesso notevoli perdite di tempo e di denaro, oltre alla necessità di ridiscutere determinate soluzioni progettuali.

Nel seguito elenchiamo alcune tipologie di prodotti in cui i tecnici coinvolti da STUDIO CETUS S.r.l., grazie ad un pluriennale esperienza nel settore, sono in grado di assistervi :

  • macchine industriali, compresi componenti di sicurezza, eseguendo prove e valutazioni in conformità alle norme armonizzate CE I EN 55011, CEI EN 61000-6-2, CEI EN 61000-6-4, CEI EN 62061, ecc., in particolare STUDIO CETUS è in grado di eseguire prove presso i clienti nel caso di macchine fisse e o comunque molto difficilmente trasportabili in ambienti più consoni
  • apparecchi elettrodomestici, eseguendo prove e misure in conformità alle norme armonizzate CEI EN 55014
  • strumenti ed apparecchiature da laboratorio eseguendo prove e misure in conformità alla norma CEI EN 61326
  • apparecchiature elettromedicali, eseguendo prove e misure in conformità alla norma armonizzata CEI EN 60601-1-2, ecc.

L’elenco non è assolutamente esaustivo per cui se il Vs prodotto non rientra fra quelli descritti Vi invitiamo comunque a prendere contatto con Studio Cetus ed a definire un opportuno percorso di valutazione del Vs prodotto in riferimento a questo importantissimo aspetto.

Contattateci per organizzare un incontro conoscitivo e richiedere eventuale preventivo (sicurezza@studiocetus.it)